Questo sito richiede i cookies per funzionare correttamente, ma non verranno memorizzate le tue informazioni personali.
L’Azienda presta particolare attenzione al trasporto sui propri servizi di passeggeri minorenni.
Prima di acquistare il servizio di trasporto è necessario verificare le condizioni alle quali il minorenne è ammesso al trasporto sui servizi dell’Azienda e comunque previo adempimento delle prescrizioni di legge. La validità della dichiarazione di autorizzazione al viaggio ovvero di accompagnamento è circoscritta al singolo viaggio (da intendersi come andata e/o ritorno) fuori dal luogo di residenza del minore di 14 anni, con destinazione determinata.

3.1. Sistemi di ritenuta per bambini a bordo dell’autobus
L’adulto accompagnatore è tenuto alla sorveglianza del minore e ad adottare ogni cautela per il trasporto di passeggeri di età non superiore a 3 anni rispettando eventuali direttive del personale del vettore; quest’ultimo ha facoltà di richiedere e di controllare le misure previste dell’accompagnatore per il trasporto e di rifiutare il trasporto di passeggeri ove non le ritenga adeguate; il vettore non assume alcuna responsabilità in ordine all’idoneità e conformità alla legge dei sediolini o di altre dotazioni tecniche per il trasporto di bambini portate dagli accompagnatori.
I passeggeri bambini di età non superiore a 3 anni possono essere trasportati (sui minibus e sugli autobus di cui alle categorie internazionali M2 ed M3) soltanto in sediolini omologati per bambini piccoli. Detti sediolini devono essere portati con sé dagli accompagnatori e, durante il viaggio, devono essere fissati, a due punti, con le cinture di sicurezza presenti nell’autobus. Il vettore non assume alcuna responsabilità in ordine all’idoneità e conformità alla legge dei sediolini portati dagli accompagnatori.
I passeggeri bambini di età superiore a 3 anni, invece, devono essere trasportati utilizzando i sistemi di ritenuta per bambini (di cui l’autobus o il minibus è dotato) per i quali sia compatibile l’impiego da parte dei bambini stessi oppure le cinture, solo se compatibili con il bambino. Tale disposizione è valevole soltanto per i bambini di peso inferiore a kg. 36 così come previsto dalla normativa comunitaria, che limita l’utilizzo dei dispositivi di ritenuta per bambini a tali soggetti.
In caso di inosservanza di tali prescrizioni risponde la persona tenuta alla sorveglianza del minore presente sul veicolo. I passeggeri di peso fino a kg. 36 ed altezza fino a mt. 1,50 che viaggiano su autobus e minibus adibiti a servizio di linea possono non essere assicurati con i sistemi di ritenuta per bambini, a condizione che non occupino un sedile anteriore e siano accompagnati da almeno un passeggero di età non inferiore ad anni 16.
È fatto obbligo ai passeggeri di adempiere all’obbligo di utilizzare le cinture di sicurezza, quando sono seduti ed il veicolo è in movimento, in base alle informazioni impartite dal personale di bordo e comunque fornite mediante cartelli e pittogrammi apposti a bordo dell’autobus. Il vettore non è responsabile ove i passeggeri si rifiutino di utilizzare le cinture di sicurezza o ne cessino l’utilizzo durante il viaggio.

3.2. Trasporto di minori accompagnati
I minori di anni 14 non sono ammessi al trasporto se non accompagnati da persona maggiorenne. I genitori o chi esercita la responsabilità tutoria di minori di età inferiore a 14 anni che viaggino non accompagnati da almeno uno di loro e che intendono concedere l'autorizzazione ad una persona fisica diversa devono 8 sottoscrivere la dichiarazione di accompagnamento.
https://www.poliziadistato.it/statics/31/modulo_dichiarazione_accompagnamento.pdf

3.3. Trasporto di minori non accompagnati
Per minori di età compresa tra i 14 e 18 anni, deve essere rilasciata un’autorizzazione scritta da parte dei genitori o tutori, da allegare al titolo di viaggio. Il modulo è scaricabile dai siti www.saisautolinee.it e www.bigbus.it
Sulle linee autorizzate in ambito nazionale, i minori di età compresa fra i 14 ed i 17 anni compiuti possono viaggiare solo se in possesso dell’autorizzazione di cui sopra rilasciata da genitori o tutori.
Il personale di bordo potrà richiedere al passeggero l’esibizione di un valido documento di identità.