Questo sito richiede i cookies per funzionare correttamente, ma non verranno memorizzate le tue informazioni personali.
4.1. Tipologia di bagaglio e dimensioni consentite
Il bagaglio si distingue in:
a) bagaglio a mano: è il bagaglio di dimensioni ridotte e/o di particolare valore (es. smartphone, computer portatili, tablet, etc).
b) bagaglio da stiva, da depositare nel vano bagagli (valigie, borsoni, trolley) di dimensione e peso non eccedenti quanto definito nei limiti.
I passeggini sono trasportati, a titolo gratuito, come bagaglio speciale (max. 1 passeggino nucleo familiare) e devono essere pieghevoli. I passeggini non pieghevoli non potranno essere trasportati. Non si effettua il trasporto di plichi e colli per conto di terzi.

Dimensioni consentite
Il passeggero ha diritto al trasporto gratuito, sotto la propria custodia, di un bagaglio a mano di dimensioni massime di cm. 40 x 30 x 15 e di peso non superiore a kg. 5 da collocare nell’apposita cappelliera all’interno dell’autobus o negli appositi vani.
Il passeggero ha altresì diritto al trasporto gratuito di un ulteriore bagaglio di dimensioni massime di cm. 140 (lunghezza + profondità + larghezza) e di peso non superiore a kg. 20. Il bagaglio viene riposto nel vano bagagli dell’autobus e deve recare l’indicazione chiara e leggibile del nominativo, dell’indirizzo e del recapito telefonico del passeggero, oltre che della data e tratta del viaggio acquistato.

4.2. Oggetti contenuti nel bagaglio
È fatto divieto al passeggero di collocare nel bagaglio cose che possano arrecare danno quali, a titolo esemplificativo, merci o sostanze pericolose e nocive, materiali infiammabili, esplosivi, radioattivi o ossidanti, veleni e materiali magnetici, altresì recipienti contenenti olio e/o vino, oggetti maleodoranti e liquidi in genere nonché materiali fragili. Il vettore non risponde in alcun caso del contenuto del bagaglio dei passeggeri e si riserva di rivalersi sugli stessi nel caso in cui il bagaglio rechi danni a terzi e/o ad altri bagagli ed il vettore sia chiamato a risponderne.
Il bagaglio in stiva può essere collocato sopra o sotto altri bagagli e la stiva non è custodita né sempre controllabile dal personale del vettore dunque oggetti di valore, quali a titolo esemplificativo, contanti, gioielli, metalli preziosi, chiavi, occhiali da sole e/o da vista, dispositivi elettronici (computer portatili, tablet, smartphone, macchine fotografiche), lenti a contatto, protesi, medicinali, documenti importanti, etc. e gli oggetti soggetti a compressione devono essere trasportati nel bagaglio a mano e non nel bagaglio da stiva. Il vettore non risponde dei danni in caso di violazione delle prescrizioni.
In caso di violazione delle prescrizioni di cui alle presenti condizioni di trasporto, constatata al momento della partenza, il vettore potrà legittimamente rifiutare il carico per la sicurezza del trasporto e l’incolumità dei passeggeri.

4.3. Responsabilità del bagaglio
Il vettore non è responsabile per i danni causati al bagaglio per colpa del passeggero o per la natura particolare del bagaglio o per il suo imballaggio.
Salvo quanto disposto dal successivo art. 10, il vettore è responsabile - entro il limite massimo di euro 6,20 per chilogrammo o della maggiore cifra risultante dalla dichiarazione di valore del passeggero ed accettata dal vettore - della perdita o delle avarie del bagaglio, che il passeggero dimostri avergli consegnato chiuso e che è riposto nella stiva, salva la prova liberatoria prevista dalla legge. Se il peso del bagaglio del passeggero non viene registrato, si ritiene che esso non superi il peso massimo consentito di Kg. 20.
Per i bagagli e gli oggetti non consegnati, il vettore non è responsabile della perdita o delle avarie se non quando il passeggero provi che le stesse sono state determinate da causa imputabile al vettore stesso.
Non è previsto alcun risarcimento od indennizzo automatico. Il passeggero - entro i limiti precisati - avrà diritto al risarcimento dei soli danni che risultano provati. La perdita o le avarie devono essere fatte constatare, a pena di decadenza, al momento della riconsegna, se trattasi di perdita o di avarie apparenti, ovvero entro tre giorni, se trattasi di perdita o di avarie non apparenti.
Qualora il bagaglio venisse rinvenuto sarà cura del passeggero ritirarlo presso l’Ufficio Assistenza che gli sarà comunicato.

4.4. Furto e/o smarrimento del bagaglio
Fermo quanto al punto precedente, il passeggero che ha subìto il furto, lo smarrimento e/o lo scambio del bagaglio riposto nel vano bagagli dell’autobus, deve far constatare, a pena di decadenza, la perdita o l’avaria al personale di bordo al momento dell’arrivo alla fermata. Dovrà quanto prima contattare l’Azienda ovvero inviare una e-mail a reclami@saisautolinee.it.